Zen
Leave a Comment

Ma avete un po’ di etica?

La notizia sul caso Volkswagen ha sbalordito un po’ tutti, la news è girata in modo improvviso, dirompente, sconcertante e altrettanto immediato è stato il crollo del titolo borsistico.

Ci si chiede oggi ma quanto sarà la perdita d’immagine per il gruppo dopo questo “epic fail”,  chi pagherà per questo? Cosa pensa ora il consumatore che sta guidando la sua Golf o Passat? Quanto beneficeranno gli altri marchi automobilistici da questo “scivolone”? Tante domande, varie le ipotesi penso che solo il tempo ci darà tutte le risposte.

Tutta questa vicenda mi ha fatto ripensare all’intervista fatta al Prof P. Kotler qualche mese fa durante il PKMF a Milano, in cui lui mi raccontava:

In un prossimo futuro i consumatori compreranno beni o servizi da società socialmente responsabili, a parità di prezzo e di performance sceglieranno il prodotto che fa anche del bene. (P.Kotler)

Oggi si deve fare impresa pensando ad un impegno etico e di social responsibility, ma cerchiamo prima di capire cosa significa.

La Responsabilità Sociale d’impresa (Rsi) o Corporate Social responsibility (Csr) in inglese è, secondo la Comunicazione UE n. 681 del 2011, “la responsabilità delle imprese per gli impatti che hanno sulla società”.

 L’elemento distintivo della Rsi o Corporate Social responsibility (Csr) è quello di affiancare alla responsabilità economica anche una responsabilità sociale, che crea valori tangibili e intangibili, per tutto ciò che sta intorno all’azienda. Valori vincenti per l’impresa, per le persone, per il territorio e per l’ambiente.

Il prof P. Kotler mi raccontava che stava lavorando ad un progetto nel quale  voleva stilare una classifica e creare un indice che valutasse l’eticità e la responsabilità sociale delle singole imprese, con questa lista poi il consumatore avrebbe potuto decidere a quale azienda affidarsi per il suo shopping. Un passo gigante che lui ha definito così “Dalla customer alla human satisfaction

Ha creato anche una Carta dei valori umanistici che cita nella sezione dell’etica                                                                                                                                            

                 Il marketing umanistico considera fondamentale il principio di responsabilità etica umana e sociale. Eviterà quindi di creare strategie che non rispettino, ledano e offendano la dignità dell’essere umano interno ed esterno all’impresa, e in particolare il più condizionabile pubblico dei minori.

Penso che oggi più che mai le persone cerchino dei prodotti  non sono eccellenti, di ottima qualità ad un buon prezzo ma che rispettino anche i valori sociali, etici e rispettino l’ambiente.

Siamo entrati in una nuova era, dove la lealtà e l’eticità di un’azienda non può più essere solo una selling line di un comunicato stampa, le persone ora si aspettano che tutte le promesse fatte da un’azienda vengano rispettate e mantenute, un approccio Human to Human.

A presto

Namaste !

Petra

 

Ps Per approfondimenti sul tema etico qui alcuni link:

Carta dei valori umanistici di Philip Kotler

Cos’è la  CSR

Social Responsibility Tips 

Le 10 aziende eccellenti nel CSR  (c’era pure VW)

Rispondi

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.