All posts filed under: Digital

Un Master sul Digital? Si, fatelo subito.

Lavorando come consulente, ho spesso l’opportunità di incontrare molte aziende soprattutto del triveneto, il mio lavoro mi porta a fare un’analisi delle loro campagne di comunicazione, di branding e soprattutto capire il loro livello di “digitalizzazione”. Purtroppo, spesso mi accade che dopo una piccola analisi sulla loro presenza online e dei competitors il risultato sia spesso deludente, molte aziende hanno ancora siti un po’ vecchi, poco navigabili e non posizionati in modo corretto a livello di motori di ricerca. A quel punto mi viene sempre in mente una frase che mi hanno detto dei cari amici che lavorano nel digital marketing: “Se non esisti su Google non esisti, e soprattutto la seconda pagina di Google è il posto migliore dove nascondere un cadavere”.

Il digitale é figo, la Tv è out? Ne siete sicuri?

Nel giro di pochi anni, i veri guru della comunicazione sono tutti diventati digital expert, influencer, mentre i vecchi marketer, coloro che spendono ancora in Tv, radio, affissione o stampa sono diventati noiosi, e hanno perso un pò di credibilità. Sembra che sia poco di moda parlare di Tv, di radio di affissioni, di stampa o di direct mail, o di tutti quei mezzi “old style”.

Il Digital Gap, lo vedi negli occhi dei giovani.

Il 2018 porta con sè la presa di coscienza di un grande vuoto da colmare; un vuoto non solo tecnologico per le piccole e medie aziende italiane, ma un vuoto di conoscenza del mondo Digitale. I giovani questo vuoto lo stanno colmando da soli, imparando, leggendo, frequentando corsi il venerdì sera e il sabato mattina. E in tutto questo i vertici aziendali cosa fanno?

Amazon Go apre oggi! Nessuna cassa. Solo Tecnologia.

Today is the day! Se vivessi a Seattle sarei sicuramente una fra i primi clienti di Amazon Go, ci andrei per curiosità e per vivere l’esperienza “free cashier shop”. AmazonGo apre dopo 5 anni di test, di prove, di fallimenti, sono arrivati effettivamente in ritardo rispetto a quello che ci avevano detto, ma dovevano testarlo adeguatamente per essere pronti allo scontro titanico con i retailer fisici quali Walmart o Costco.

La parola”digitale” vi fa paura, allora tornate a scuola.

Ero ad una riunione interessante sul marketing e sulla presenza digitale di questa piccola azienda italiana, facendo una piccola analisi, ho aperto Google e ho provato a cercarla sul web, e nulla, c’erano i competitors, c’erano altri siti, ma l’azienda in cui ero non appariva in prima pagina, non appariva affatto. Un po’ sbalordita ho chiesto perchè non fossero visibili sul web, la risposta: “..ma noi il sito ce l’abbiamo e quindi ci siamo” io ho cominciato a sgranare gli occhi e ho pronunciato parole taglienti, dure da accettare per un imprenditore “Se non esisti su Google non esisti, la seconda pagina di Google è il posto migliore per nascondere un cadavere”. L’imprenditore e i manager mi hanno guardato con uno sguardo sorpreso ma anche impaurito. Avevano ragione ad avere paura.

Il nuovo look di Instagram, da dove nasce?

Le cose che cambiano spesso facciamo fatica a digerirle. Il cambiamento porta sempre in sè la fine di qualche cosa, ma anche l’inizio di un nuovo percorso. Questa è stata la sensazione che ho avvertito stamattina guardando il mio Iphone. Sul mio cellulare era comparsa una nuova icona che facevo fatica a riconoscere, fino a quando non ho visto la scritta Instragram. Prima reazione oddio, ma che hanno fatto..seguita poi dalla domanda perchè l’hanno fatto.