All posts filed under: Marketing

Il marketing? Si impara in 20 minuti. Provate.

Ogni 2 o 3 mesi mi scrivono vari “personaggi” fantomatici esperti di marketing che si improvvisano nel voler creare nuovi corsi, insegnare alle aziende o pensare di offrire il servizio piu’ innovativo di sempre a me o ad aziende con cui lavoro. La frequenza di chi ha un titolo o JobProfile su Linkedin legato al marketing o alla comunicazione è incredibile, forse seconda solo ai vari CEO, Ceo di me stesso o Imprenditore. Perché? E’ semplice Marketing vuol dire tutto e niente. Chiunque puo’ permettersi di dire la sua su una brochure o uno spot, e si sente un Marketing Manager, ma nessuno credetemi va a contestare un piano economico ad un Controller., infatti pochi su Linkedin hanno questo titolo. Mio padre diceva sempre il marketing vende fuffa. Io in 20 anni non sono ancora riuscita a spiegare a mia nonna che lavoro faccio, e lei se la gioca dicendo, va bene fa le pubblicità in Tv, da quando insegno al CUOA va meglio ora dice insegna a Vicenza, ma non sa ancora bene cosa. …

Carpisa, Buondì e Ikea c’è qualcuno che vince?

Si è scritto tanto lo so, ma con una settimana così intensa non riesco a non parlarne. In 4 giorni abbiamo avuto degli esempi di comunicazione piuttosto bizzarri, dai toni ironici e spesso borderline. Le nostre mamme e papà del “mulino bianco” sono stati polverizzati da un’asteroide, chi cerca lavoro si deve comprare prima una borsa, e chi come Ikea ci mostra come nel ‘700 avevano la smania di condivisione delle loro “foto”per ottenere like. Seguitemi in questa mini soap opera.

La parola”digitale” vi fa paura, allora tornate a scuola.

Ero ad una riunione interessante sul marketing e sulla presenza digitale di questa piccola azienda italiana, facendo una piccola analisi, ho aperto Google e ho provato a cercarla sul web, e nulla, c’erano i competitors, c’erano altri siti, ma l’azienda in cui ero non appariva in prima pagina, non appariva affatto. Un po’ sbalordita ho chiesto perchè non fossero visibili sul web, la risposta: “..ma noi il sito ce l’abbiamo e quindi ci siamo” io ho cominciato a sgranare gli occhi e ho pronunciato parole taglienti, dure da accettare per un imprenditore “Se non esisti su Google non esisti, la seconda pagina di Google è il posto migliore per nascondere un cadavere”. L’imprenditore e i manager mi hanno guardato con uno sguardo sorpreso ma anche impaurito. Avevano ragione ad avere paura.

Perché i manager italiani hanno una marcia in più.

Ho vissuto in tanti paesi, ho studiato e lavorato all’estero per grandi aziende internazionali e ho avuto l’opportunità di lavorare con persone di varie nazionalità. Non sono classista, non penso che ci sia una solo nazionalità che abbia più successo di un’altra nel marketing o in altre discipline, ma mi sono spesso chiesta lavorando in gruppi di lavoro con persone che provenivano da vari paesi, perchè gli italiani comunque spiccassero per un motivo o un altro. Italians do it better, why?

Parla ai tuoi clienti, basta aspettare. Diventa un’azienda “Customer Centric”​.

Stamattina mi sono svegliata, ed ho avuta una vera urgenza di scrivere questo post, perché? Da qualche settimana sto intervistando diverse aziende per un progetto a cui tengo molto ed ho toccato con mano come i clienti spesso non vengano ascoltati, già i nostri clienti il nostro bene più prezioso rimangono lì come delle cose impolverate. Noi non ci prendiamo la “briga” di parlarci “vis à vis, ma soprattutto di ascoltare cosa hanno da dire, di capire perchè ci hanno lasciato, abbandonato per un altro prodotto o azienda o quanto magari invece ci amino o ci stimino.